IAC 144 MHz - Marzo

iac 144 marzo

E con Marzo si chiude per i 144 MHz il primo trimestre del 2017 dello IAC 2017, non il più facile per la propagazione invernale che vi è stata, con segnali evanescenti ma che con costanza ha premiato le stazioni attive con qso interessanti con qrb superiori ai 700 Km.

Sia da Nord che da Sud superare l'appennino toscoemiliano è sempre una impresa ardua e lo dimostrano le stazioni in classifica e collegate, certo è un peccato vedere che dalle solite aree del centro Italia vi sia la maggiore assenza; lo IAC nasce per fare attività infrasettimanale e tenere le nostre bande sempre attive soprattutto nei mesi invernali e il numero di qso in alcune aree è elevato grazie alle molte stazioni con set-up semplici e anche con sole verticali che si attivano per stare in radio.

Lo scopo primario dello IAC non è quello di portare in aria solo le stazioni in grado di tentare qso da 800-900 km, fuori dalla portata di stazioni medie, ma creare traffico e portare on-air anche nuove stazioni; infatti tra nord e sud il collegamento loro riesce solo in buoni momenti propagativi o/e se le stazioni hanno un setup adeguato, ma mentre a Nord vi sono decine di stazioni attive anche con piccoli setup che comunque ti  collegano, a Sud la percentuale di stazioni attive è nettamente inferiore, lo sappiamo ed è un dato demografico.

A tutto questo va ad aggiungersi la mancanza di attività dal centro Italia che obbliga chi tenta il qso nord-sud a tentativi di solo dx oltre i 700 km che non sempre sono un successo, con il risultato di mettere nel carniere poco; so per certo che le antenne sono rivolte reciprocamente contro e quindi lamentarsi per questo è ormai anacronistico, come ho scritto altre volte quello che serve è stare in radio, usare il vfo, il rotore e perchè no la chat  per cercare di portare a casa ogni qso possibile.

Complimenti a tutti coloro che stanno attivamente partecipando allo IAC, ora arriva la propagazione primaverile e miglioreranno le condizioni !

Uso in ultimo questo spazio per rispondere a tutti su una domanda circa la sezione Stranieri creata quest'anno; essa nasce da una precisa indicazione da parte dei vari manager IARU ed in particolare dai gestori del NAC dove utilizzano da anni questa categoria (Open Class) a cui tutti possono partecipare inviando il proprio log, purchè abbiano collegato una stazione dell'area del paese organizzatore (per noi ovviamente questo vale solo per i 50 MHz). Credo che questa categoria nulla tolga a noi anzi, e soprattutto fa si che non vi siano in classifica stazioni DL o OK che collegano decine di stazioni straniere e magari solo un italiano e poi risultino vincitrici, spostando ancora più a Nord il baricentro di attività.

Infine la categoria Giovani nasce da una richiesta di Stefano IU1EAF, è un esperimento e un modo di incentivare l'arrivo in banda di nuove stazioni, anzi noi vecchietti dovremmo essere contenti di vedere nuovi call affacciarsi e condurre noi questi ragazzi verso l'attività radio e non lasciare che si disperdano dietro attività attuali molto in voga, che permettetemi hanno molto poco di radioamatoriale e molto di networking academy, che passata la moda fanno stancare anche l'om ad essere poi attivo in qualche ambito; e ne abbiamo certamente l'esempio in ogni dove per ogni età; a corollario di quanto detto basti guardare quanta battaglia già si danno i primi tre in classifica e so che stanno già cercando strategie per superarsi vicendevolmente con nuove antenne o attività in portatile.